IL COL DU GALIBIER IN BICICLETTA DA CORSA – IL VERSANTE NORD

Il Col du Galibier in bicicletta, insieme all’Alpe d’Huez e al Col d’Izoard, è una delle salite alpine che ha fatto la storia del Tour de France e quindi di tutto il ciclismo più in generale.
Lo si può raggiungere dal versante nord partendo da Saint Michel de Maurienne attraverso il Col du Télégraphe, o dal versante sud passando per il Colle del Lautaret.

UN PO’ DI INFORMAZIONI SUL COL DU GALIBIER

Il Col du Galibier è un valico alpino situato a 2642m slm che divide il dipartimento delle Hautes Alpes con quello della Savoia, unendo la valle della Maurienne con la valle della Guisane.

Dal 1911, anno della prima apparizione, è stato scalato oltre 60 volte al Tour de France, ed è classificato come salita Hors Catègorie.

IL COL DU GALIBIER DAL VERSANTE NORD

Il Col du Galibier dal versante nord parte come abbiamo detto da Saint Michel de Maurienne, a poco più di 700m di altitudine. Il paese è raggiungibile comodamente in macchina, e il mio consiglio è quello come al solito di parcheggiare qualche chilometro prima per fare un bel riscaldamento (la vallata della Maurienne è perfetta non avendo della grosse pendenze).

La salita è lunga 35km, con una pendenza media del 5,5%.

IL COL DU GALIBIER – PARTENZA E COL DU TÉLÉGRAPHE

Lasciata Saint Michel de Maurienne, i primi 12 km ci portano al Col du Télégraphe  e sono a mio avviso i meno spettacolari ma i più facili da pedalare. Pendenza quasi costante al 7%, molti tornanti per rifiatare, alberi che rinfrescano e offrono qualche zona d’ombra anche d’estate, vista al Forte del Télégraphe come punto di riferimento: questi gli elementi che fanno sì che si raggiunga il colle senza troppi intoppi.

IL COL DU GALIBIER – VALLOIRE

Dallo scollinamento si perdono circa 150m di quota in quasi 5 km, fino a Valloire (nota località sciistica). Da qua iniziano gli ultimi 18km di ascesa al Col du Galibier.

Dopo una prima rampa molto pendente che ci porta fuori dal centro abitato, la strada spiana leggermente e il paesaggio inizia a cambiare. Piano piano gli alberi lasciano il posto alle pietre, lo scenario diventa lunare e si continua a salire costantemente ma senza pendenze particolari fino al km 27.

IL COL DU GALIBIER – GLI ULTIMI KM

A 7km dall’arrivo inizia la parte più dura di tutta la salita al Col du Galibier.
Una lunga svolta a destra e la strada si impenna. Ci troviamo a 2000m di altitudine  e le pendenze d’ora in poi si assestano costantemente tra l’8 e il 9%: è questa l’ultima parte dell’ ascesa, la più faticosa ma anche la più affascinante.
Qualche tornante e ci troviamo nella larga vallata da cui finalmente è possibile scorgere in lontananza il Col du Gaibier, il che è davvero d’aiuto dopo aver pedalato per oltre 30km di salita. Ora abbiamo finalmente un punto di riferimento e come per magia le gambe iniziano a girare più veloci e la fatica sembra quasi abbandonarci. Sembra.

Gli ultimi 3km vanno via così, quasi in uno stato di incoscienza, grazie all’altitudine, la fatica e la maestosità di ciò che ci circonda.

A 2642m l’aria è davvero fresca, o forse sarebbe dire fredda complice la giornata non proprio delle migliori. Giusto il tempo di qualche foto di rito, un minimo di raccoglimento davanti allo spettacolo che ci troviamo davanti, ed è ora di coprirsi per bene e scendere da dove siamo saliti.

Infreddoliti eccoci rientrati a Saint Michel de Maurienne.

“Birra?”
Oui, mercì.

CONSIGLI

  • È alta montagna, quindi guardare bene il meteo prima di mettersi in sella
  • Se potete, scegliete i mesi di luglio e agosto quando le temperature sono più alte
  • Non ci sono molte fontanelle per l’acqua lungo il percorso…consigliate le due borracce soprattutto nei mesi più caldi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here