CORRERE A PETTO NUDO: SI O NO?

Correre a petto nudo, si può fare o no? Ma soprattutto, cosa spinge sempre più persone a correre in questa maniera? Il caldo? O la voglia di mettere in mostra il fisico perfetto?

Vediamo di capire se effettivamente ci sono dei benefici nel correre senza maglietta, e cerchiamo di spiegare quanto davvero valga la pena fare una cosa che di per sé non sarebbe nemmeno corretta, in quanto girovagare per strada senza maglia, che sia città, un parco o una ciclabile, non è proprio il massimo.

IL SURRISCALDAMENTO DEL CORPO

Il vero problema è che, quando fa caldo, il corpo si surriscalda. A dirla tutta non è un problema prettamente estivo: se d’inverno si corre, dopo una decina di minuti, si inizia a sudare. E non è nemmeno un problema solamente sportivo: se d’estate stiamo anche solo fermi sotto il sole, si inizia a sudare, alla stessa maniera. Perchè? La temperatura corporea aumenta troppo e il corpo attiva il proprio metodo di autoraffreddamento (dell’epidermide) producendo sudore.

Il sudore, colando sulla pelle, abbassa i gradi del corpo.

Correndo senza maglietta si prova una sensazione di maggiore freschezza sulla pelle a causa dell’aria in movimento. Ma è appunto solo una sensazione, o ci stiamo realmente raffreddando?

In realtà il nostro corpo ha già iniziato il processo di produzione di sudore. Ci togliamo la maglia, il sole scalda direttamente la pelle che si surriscalda ancora più velocemente, e il sudore inizia a colare. È proprio a questo punto che, però, potrebbe avvenire quello che non ci si aspetta. Il sudore, a contatto diretto con i raggi del sole, evapora più velocemente. E il ciclo ricomincia.

Se teniamo conto che la produzione di sudore al nostro corpo costa energia, in realtà stiamo facendo più fatica di quella che potremmo fare se ne rallentassimo la produzione? Indossando una maglia, questo processo potrebbe essere più proficuo?

Con una maglietta tecnica, il surriscaldamento della pelle sarebbe minore?

EVAPORAZIONE VS CONDUZIONE

Detto ciò, ed arrivando al dunque: è quindi meglio correre con o senza maglietta? La risposta, come abbiamo appena visto, non è semplice. Ma soprattutto non è unica.

Ciò che è chiaro è che lo scopo è quello di abbassare la temperatura del corpo. Questo può avvenire, durante la corsa, in due maniere:

  1. Con la maglia: tramite evaporazione o convenzione aumentando la superficie esposta all’aria aperta
  2. Senza maglia: tramite conduzione facendo in modo che il sudore venga assorbito

La risposta è: dipende.

Dipende dalle temperature, dall’umidità, dall’orario, da quanto sforzo facciamo, dalla tipologia di allenamento, ecc.

Se consideriamo che alcune popolazioni nomadi si coprono all’inverosimile proprio per diminuire la dispersione dell’acqua, forse varrebbe la pena pensare di indossare una t-shirt.

Leggi anche Correre con il caldo; Cosa devi sapere?

Ciò che ci sentiamo di dire è che, in assoluto, sudare non fa dimagrire. Anzi, fa solo perdere liquidi che si riacquistano appena si beve, ma soprattutto fa solo fare più fatica, senza alcun tipo di beneficio. Vestirsi nelle giusta maniera è quindi anche una maniera per essere più in forma e andare più forte.

Tutti i prodotti per il Running li trovi su Deporvillage

Stefano Francescutti

Summary
Correre a petto nudo : si o no?
Article Name
Correre a petto nudo : si o no?
Description
Correre a petto nudo, si può fare o no? Ma soprattutto, cosa spinge sempre più persone a correre in questa maniera? Il caldo? O la voglia di mettere in mostra il fisico perfetto?
Author
Publisher Name
Deporvillage Magazine
Publisher Logo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here