I glutei nella corsa

IL VOSTRO PUNTO DEBOLE E’ NEI GLUTEI

Ci sono già numerosi studi e articoli che ci avvertono dei pericoli per la salute che si corrono con una vita sedentaria. Fortunatamente sono sempre di più le persone che con più o meno frequenza dedicano una parte della giornata a correre o praticare qualche altro sport. In qualsiasi caso, se siamo di quelli che trascorrono dalle 9 alle 5 seduti su un posto di lavoro, dobbiamo prendere alcune precauzioni prima di iniziare a correre.

Gli esperti avvertono che chi passa tutto il giorno seduto non deve dimenticarsi dei problemi che potrebbero verificarsi sui glutei se si passa direttamente dallo star seduto delle ore a correre.

In concreto, i flessori dell’anca tendono ad essere accorciati, per questo la lunghezza del nostro passo si riduce. In definitiva, il gluteo è “il muscolo motore” della corsa.

Leggi anche come usare la musica durante la corsa

Come sempre accade nel nostro corpo, tutto è collegato e se qualcosa non funziona, colpisce il resto. Una transizione da inattività ad attività senza stiramenti e riscaldamento dei glutei finisce per generare maggior stress sui quadricipiti, i muscoli posteriori della coscia e i muscoli delle gambe inferiori, che in realtà non sono destinati al sollevamento di carichi pesanti durante la corsa.

Conclusione: la combinazione di un gluteo debole con un corridore sedentario impaziente aumenta pericolosamente il rischio di lesioni (in particolare la fascite plantare).

Consigli per migliorare la forza dei glutei.

Prima di andare a correre fai alcuni esercizi di riscaldamento e potenziamento: passo incrociato, slittamenti laterali, camminare con fascia intorno alle caviglie.
Utilizza un rullo di schiuma sopra i glutei prima della corsa (o meglio, rotola sul rullo di schiuma appoggiando i glutei): questo vi aiuterà ad avere una leggera contrazione delle fibre muscolari.
Incorpora nel tuo allenamento esercizi come squat e progressioni. O, anche se ti puoi sentire ridicolo, è un esercizio molto benefico “camminare con la parte posteriore”.

Quando nel pieno della corsa iniziamo a notare un affaticamento muscolare (nei glutei), correre per un paio di minuti a passi più brevi mentre si inclina il petto un po’ in avanti (in modo che le gambe siano sempre al di sotto dei fianchi). Se questo non aiuta, è meglio fermarsi e fare un paio di esercizi di mobilità dell’anca per aumentare la gamma di movimento.

Qui troverai un video con gli esercizi utili per fortificare i glutei:

Acquista i prodotti running su Deporvillage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *