L’Emilia Romagna un regione da scoprire

Che l’Emilia Romagna fosse famosa per tante e curiose vicende tra le quali, la nascita del marchio di auto più prestigioso al mondo, la famosa cucina che ancora oggi è una delle grandi attrattive del turismo, le spiagge non solo della riviera ma anche della bellissima val trebbia, lo sappiamo tutti. Ma oggi l’Emilia Romagna punta anche su un altro turismo e ne è indicatore l’elezione del commissario di Ciclismo della Nazionale Davide Cassani a presidente dell’Ufficio del Turismo.

L’Emilia Romagna e la vocazione per la bici

Ma da dove arriva questa vocazione del territorio? Tanto dalle corse, quest’anno nel 2019 la partenza del Giro d’Italia e ben 3 tappe in regione, la nascita del team under 23 per promuovere i giovani e le Granfondo amatoriali famose come la Cervia Via del Sale o la Granfondo degli Squali, la più famosa Novecolli ma anche la Granfondo di Riccione. Ma parlando di vocazione ciclista non si può fare a meno di ricordare il grande campione Marco Pantani che ha fatto del suo territorio terreno di preparazione delle sue grandi imprese, ancora oggi il Cippo di Carpegna resta nell’immaginario collettivo come la “sua” salita.

Il nostro viaggio

Nello scorso fine settimana siamo stati ospiti dell’APT Emilia Romagna invitati per percorrere alcuni itinerari che il Consorzio Terrabici ha realizzato e continua a promuoovere sia in Italia ma soprattutto anche all’estero, abbiamo pedalato infatti con alcuni colleghi di Gentleman, Bicycling Brazil e una delle più famose Vlogger inglesi, Keira McVitty.

Arriviamo a Riccione subito pronti per il primo itinerario che ci porta a San Marino, attraversiamo Faetano e Montegiardino in compagnia delle guide che di danno informazioni sulla storia locale e sull’enogastronomia del luogo, fino a raggiungere il punto di dislvello massimoo della giornata che è il piccolo stato di San Marino, dove veniamo rifocillati per il pranzo con tipiche pietanze locali come i Passatelli e Strozzapreti. Per poi tornare insieme al servizio transfer in albergo, grazie all’ottima organizzazione proprio dedicata ai ciclisti.

I servizi dell’Emilia Romagna per la bici

Proprio parlando di organizzazione come potete intuire leggendo in Emilia Romagna si è creato un vero e proprio sistema al servizio di chi ama andare in bici, partendo dall’ospitalità di hotel dedicati (bike hotel) con servizio di stoccaggio e manutenzione delle bici, ai transfer con mezzi dedicati alla bici, ai tour operator, fino al consorzio terrabici che insieme all’APT promuove questo tipo di vacanze.

E veniamo alla domenica, sempre gruppo compatto ospiti di APT pronti alla Granfondo di Riccione, partenza anticipata causa temperatura prevista, decidiamo per il lungo 140km 3000d+ anche perché un “must-have” è il Cippo di Pantani che affrontiamo insieme senza forzare dato che mancano ancora 80km all’arrivo, una bellissima giornata di sport per averla condivisa insieme a Keira e Erica, un grazie all’organizzazione.

Insomma in Emilia Romagna, sulle strade del ciclismo e sui tavolini della riviera per una memorabile piadina, e cosa volete di più?

Ah si certo, birra, grazie!

Riccardo Delconte

#inemiliaromagna #ercycling

Tutti gli itinerari dei percorsi interni li puoi trovare a questo link con descrizioni tecniche e turistiche e puoi prenotare una guida https://www.terrabici.com/routes

mentre tutti i prodotti per praticare il tuo sport preferito li trovi su Deporvillage

 

Summary
#inemiliaromagna terra di bici in Italia
Article Name
#inemiliaromagna terra di bici in Italia
Description
Emilia Romagna, una regione dedicata al turismo e soprattutto alle vacanze in bici.
Author
Publisher Name
Deporvillage Magazine
Publisher Logo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here