La respirazione nel ciclismo

La respirazione in bici, come in tanti altri sport, è importantissima.

Se avete mai spinto in salita con i polmoni che sembrano andare a fuoco, saprete già quanto una cattiva tecnica di respirazione possa seriamente ostacolare le vostre prestazioni.

Imparare a respirare correttamente sia in sella che nella vita di tutti i giorni non solo aumenterà la resistenza, ma farà in modo che anche le prestazioni siano migliori. Il perfezionamento della tecnica di respirazione potrebbe essere uno degli elementi chiave necessari per fare il salto di qualità.

Ogni cellula del corpo ha bisogno di un apporto costante e immediato di ossigeno. Il novanta per cento dell’energia che il nostro corpo utilizza proviene direttamente dal respiro, il che significa che piccoli cambiamenti positivi nei metodi di respirazione possono essere davvero fondamentali.

COME RESPIRARE

Il diaframma (un muscolo sotto i polmoni) dovrebbe spostarsi verso il basso e aiutare ad espandere i polmoni per portare aria al loro interno.

La tecnica è semplice e vale sia in sella che durante la giornata: immaginatevi di avere un palloncino nella pancia e nella respirazione lo vedete gonfiarsi all’interno del vostro addome. Il segreto sta proprio qua, nel far gonfiare la pancia per prima cosa. Una volta che la pancia è gonfia, allora gonfiate anche la parte sopra lo stomaco e infine il torace. Praticamente si parte dal basso, e si va verso l’alto.

L’espirazione deve avvenire alla stessa maniera, quindi prima si sgonfia la pancia e poi si passa al torace.

La maggior parte delle persone non respira così e utilizza solo la parte alta dei polmoni, senza sfruttare il diaframma. Come si fa a capirlo? Semplice, basta vedere se mentre una persona respira, alza anche le spalle. In questo caso sta respirando male.

COME UN NEONATO

Volete vedere come bisognerebbe respirare perfettamente? Guardate un bambino di pochi mesi. Vedrete chiaramente che usa solo la pancia, proprio come se all’interno ci fosse un palloncino che si gonfia e si sgonfia.

Crescendo assumiamo posture e modi di fare completamente scorretti. Molto spesso, per quanto riguarda la respirazione, iniziamo a respirare col torace semplicemente perché è la maniera più veloce per tenere indentro la pancia, e sembrare più magri.

PERFORMANCE BREATHING

La performance breathing è una tecnica respiratoria specifica progettata per migliorare le prestazioni in bicicletta.

La performance breathing si divide in tre azioni distinte: inspirare, tenere il fiato ed espirare. Ogni respirazione viene eseguita contando mentalmente “2, 2, 4”, quindi per ogni ciclo respiratorio si respira contando fino a 2, si trattiene il respiro contando fino a 2 e si espira contando fino a 4. Per alcuni ciclisti un conteggio di “2, 2, 4” è troppo basso. Se questo è il vostro caso aumentate il conteggio a “4, 4, 8” o “5, 5, 10”.

Il consiglio è ovviamente quello di provare tutte le nuove tecniche di respirazione prima di iniziare a pedalare. Assicuratevi di sentirvi a vostro agio nell’eseguire la tecnica e fermatevi immediatamente se vi sentite storditi, ansiosi o deboli.

Tutti i prodotti per il Ciclismo li trovi su Deporvillage

Stefano Francescutti

Summary
La respirazione nel ciclismo
Article Name
La respirazione nel ciclismo
Description
Imparare a respirare correttamente sia in sella che nella vita di tutti i giorni non solo aumenterà la resistenza, ma farà in modo che anche le prestazioni siano migliori. Il perfezionamento della tecnica di respirazione potrebbe essere uno degli elementi chiave necessari per fare il salto di qualità.
Author
Publisher Name
Deporvillage Magazine
Publisher Logo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here