MANUTENZIONE INVERNALE PER LA BICI DA CORSA

La manutenzione della bici da corsa è un aspetto sicuramente fondamentale. Ci sono tante piccole cose che facciamo quotidianamente per fare in modo che il nostro mezzo sia sempre a posto: sappiamo infatti che una bici in ordine è una bici più comoda, sicura e veloce.

Vediamo quali sono però quelle azioni da svolgere almeno una volta all’anno, e che solitamente si fanno appena prima che riparta la stagione vera e propria, approfittando anche del brutto tempo e quindi dell’inutilizzo del nostro amato mezzo.

MOVIMENTO CENTRALE E SERIE STERZO

Soprattutto al termine della stagione invernale, dopo aver pedalato su strade dissestate e sporche, è più probabile che la vostra bici abbia bisogno di essere ingrassata. Molto spesso i vari cigolii che si sentono sono dovuti proprio a questo, ma consigliamo questo tipo di lavoro anche se la bici è silenziosissima.

Fate attenzione perché può capitare che la pulizia e l’ingrassamento non bastino: i cuscinetti ogni tanto è addirittura necessario sostituirli.

MOZZI DELLE RUOTE

Per quanto mi riguarda, il 90% dei rumori della bici parte proprio da lì. Soprattutto se non avete il peso forma di Froome anche company, sappiate che i mozzi si usurano. Le condizioni atmosferiche invernali non aiutano, anzi.

Una buona manutenzione dei mozzi fa in modo che la bici sia più scorrevole e performante e, nel lungo periodo, fa risparmiare diversi soldi limitando la necessità di cambiare cuscinetti o sfere.

Ricordarsi poi che le ruote con mozzi a sfere e coni hanno bisogno di una manutenzione ancora più accurata: se si rovina la sede delle sfere stesse bisogna sostituire più componenti, ed il costo aumenta.

CAVI E GUAINE

Ecco un’altra sostituzione perfetta invernale: cavi e guaine. L’utilizzo della bici con sporco, pioggia e umidità, comporta l’ossidazione dei corda e l’usura della guaina, ed in questa maniera lo scorrimento non sarà fluido. Ecco perché, poi, la cambiata non è precisa o bisogna insistere troppo sulle leve.

LA CATENA

Il controllo periodico dell’usura della catena è fondamentale. Non solo per la catena stessa, ma anche per preservare pignoni e corone. Qua, alcuni consigli per fare in modo che la catena duri di più.

Sostituire la catena con regolarità fa in modo di salvaguardare il portafoglio, in quanto a fronte di una spesa minima, si salvano componenti molto più costosi.

È difficile dire quando è necessario cambiare la catena: l’unica maniera è quella di utilizzare gli appositi strumenti per decifrarlo.
Detto ciò, iniziare la stagione con la catena nuova e in ordine è un must.

I COMPONENTI

A fine inverno è necessario dare una controllata anche agli altri componenti fondamentali. Quali? Un po’ tutti, ma in particolare reggisella, sella, manubrio e attacco. Tutte operazioni semplice e veloci, ma cruciali per la sicurezza.

Per prima cosa controllare che non abbiano crepe o altri segni particolari: sono componenti sottoposti a molto stress e si potrebbero anche rompere improvvisamente. In tal caso, la sostituzione è obbligatoria.
Per quanto riguarda il reggisella, ricordarsi comunque di sfilarlo, pulirlo insieme all’interno del tubo piantone, e reinserirlo con l’utilizzo delle specifiche paste. Questo eviterà un grippaggio quasi inevitabile.

Le pastiglie dei freni a disco o i pattini dei freni normali, poi, sono sicuramente da controllare a fine inverno.

Infine, un intervento alle filettature dei pedali è sicuramente utile: preverrà fastidiosi rumori, anche qua, inutili grippaggi.

Per tutti i prodotti per la tua bici c’è Deporvillage

Stefano Francescutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *