MTB : Come migliorare la guida in salita

La salita, volenti o nolenti, è una parte vitale delle uscite in mountain bike, la più sottovalutata e la più bistrattata. Lunghe e ripide salite che possono sembrare intimidatorie in un primo momento, ma con le giuste strategie e altrettante semplici dritte, percorrerete qualsiasi salita con piglio ed efficacia.

 

La posizione in sella

Gestire i pesi sulle due ruote è di fondamentale importanza nella conduzione della bici in salita. Funziona così: se si avanza troppo la ruota posteriore rischia di perdere grip, quindi di scivolare, se invece rimaniamo troppo arretrati l’anteriore diventa leggero, si solleva e si perde direzionalità. L’ideale è quello di continuare a spostare il carico per dare alla bici quello che le serve, cioè favorire il carico sul posteriore (senza impennare ovviamente) in zone con meno grip, mentre favorire il giusto carico sull’anteriore per non perdere direzionalità nelle zone con più grip, e altrettanto sul posteriore per mantenere la massima trazione. Nella fase di spinta dobbiamo cercare di abbassare il più possibile il baricentro, abbassando le spalle verso il manubrio. I gomiti questa volta sono stretti (non serve averli larghi e possiamo riposare i muscoli) e il bacino leggermente avanzato sulla sella. Molti pro del cross country abbassano anche i polsi, soprattutto nelle salite più ripide.

 

Tenere lo sguardo avanti

Sì, guardare avanti è di fondamentale importanza anche in salita. Essendo la velocità bassa basterà guardare 3-5 metri oltre la ruota. L’errore che spesso si fa, perché concentrati sulla pedalata, è quello di guardare in basso, verso l’attacco manubrio. Il risultato che porta questo è un aumento dell’instabilità e in secondo luogo il pericolo di sbattere su ostacoli che guardando avanti si possono schivare con facilità.


Pedalate morbidi

I terreni imprevedibili rendono la pedalata “rotonda” difficile. Eppure i pro del cross country riescono a pedalare in modo particolarmente morbido, nel senso che applicano una potenza pressoché uniforme sull’intero colpo di pedale. Così la prossima volta che inizia una ripida e tecnica salita pensate sempre a generare un moto circolare e costante.



La pressione degli pneumatici

Questo i pro lo sanno bene: la differenza che può fare la giusta pressione delle gomme è incredibile. Uno pneumatico più duro abbassa la resistenza al rotolamento, ma quando si sta salendo, l’area di contatto più piccola con il terreno peggiorerà il grip e finirete per sprecare energie preziose. Al contrario, una pressione troppo bassa potrebbe incrementare a dismisura la trazione, ma avrete maggiore resistenza al rotolamento e un rischio superiore di indesiderate forature. Si tratta di trovare il giusto mezzo di grip e scorrevolezza. Provate con piccoli incrementi o decrementi – 0,1-0,2 bar – per capire in maniera esatta qual è il valore perfetto per le vostre necessità.

 

Rimanere seduti

La tentazione di pedalare in fuorisella quando il sentiero diventa ripido e tecnico può diventare irresistibile. Peccato però che pedalando in piedi perderete trazione per la distribuzione non uniforme del peso tra le ruote anteriore e posteriore. Cercate invece di stare seduti, abbassate il busto verso l’attacco manubrio e spostatevi leggermente in avanti sulla sella. Guardate qualsiasi gara XC con salite ripide dal fondo tecnico e vi renderete conto di quanti atleti applicano questa produttiva tecnica di pedalata.



Giochi mentali

E’ l’uovo di colombo, spesso usato dai pro. Sulle salite più lunghe bisogna spezzare l’ascesa in più segmenti variando il ritmo per evitare di crollare sia fisicamente sia mentalmente. Una tecnica nota è di contare sino a un minuto e poi ricominciare. In questo modo non penserete più all’enorme dislivello che state affrontando, ma semplicemente ad arrivare al prossimo traguardo intermedio. Oppure potete procedere di obiettivo in obiettivo: arrivare ad un determinato albero o una roccia e poi ricominciare con un altro punto di riferimento. Si tratta di strategie semplici all’apparenza, ma che sono un ottimo modo per migliorare di gran lunga la capacità e abilità in salita.

 

Per tutti i prodotti per la tua MTB c’è Deporvillage

 

Summary
MTB : come migliorare la guida in salita
Article Name
MTB : come migliorare la guida in salita
Description
con le giuste strategie e altrettante semplici dritte, percorrerete qualsiasi salita con piglio ed efficacia
Author
Publisher Name
Deporvillage Magazine
Publisher Logo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here