PERDERE PESO IN BICI: 3 STEP

Dobbiamo perdere peso. Non tanto, a dire il vero, ma abbiamo messo su quei 4 o 5 chili che preferiamo abbandonare prima che la stagione vera e propria abbia inizio.
L’inverno, si sa, è il periodo peggiore per noi amanti delle due ruote: fa freddo, piove, le giornate sono più corte. Poi ci sono il Natale, Capodanno, il Carnevale. E infine, mentre in primavera o in estate ci godiamo volentieri una bella insalata in pausa pranzo, durante i mesi freddi cediamo più facilmente alla tentazione di polenta, formaggi e cibi grassi. Vino? Sì grazie. Caffè? Corretto grappa.

Fa tutto parte del gioco, è normale, e secondo me è anche bello che sia così.

Quelli che andremo ad analizzare ora sono 3 step per perdere peso, non drasticamente, in un programma di 2 mesi.
Non vuole essere una dieta, non ci passa nemmeno nell’anticamera del cervello di sostituirci a medici e dietologi: sono solo dei piccoli consigli per dimagrire leggermente in maniera naturale e in un lasso di tempo abbastanza dilatato.

STEP 1: I PRIMI 15 GORNI

Per i primi 15 giorni ridurre in maniera consistente (il che non vuol dire eliminare totalmente):

  1. Vino, birra e alcol in generale
  2. Bevande zuccherate e gassate, succhi di frutta
  3. Dolci e dessert
  4. Formaggi

STEP 2: LE SUCCESSIVE 2 SETTIMANE

Durante le successive 2 settimane, passato il primo momento di ambientamento, è il momento di cambiare le abitudini alimentari in maniera più evidente.

Partendo dal presupposto che ogni pasto dovrebbe essere composto dalle giuste proporzioni di proteine, grassi e carboidrati, ecco 4 consigli da seguire:

  1. Carboidrati: aumentare quelli che vengono assimilati lentamente (riso integrale, legumi, verdure, avena), riducendo quelli che al contrario sono rapidamente assorbiti (riso bianco, pasta, patate e zuccheri semplici)
  2. Proteine: scegliere quelle provenienti da carni magre (pollo, tacchino), o da pesce, albume e legumi vari
  3. Stare lontano il più possibile dai condimenti grassi e dai grassi animali, concentrandosi invece sull’olio extra vergine d’oliva
  4. Aumentare il numero di pasti giornalieri diminuendo la quantità di cibo per ognuno: dai tradizionali 3, passare a 5 o 6

STEP 3: IL MESE SUCCESSIVO

Il secondo mese è quello decisivo ed anche quello che necessita il maggior impegno. Il coniglio è quello di ridurre gradualmente (di circa il 10%) l’apporto calorico, mantenendo però un buon equilibrio di proteine, grassi e carboidrati, per ogni pasto.

Una buona strategia è quella di “giocare” con il consumo di carboidrati, andando a stimolare il metabolismo:

  1. Primo giorno: ridurre l’assunzione di carboidrati a soli 100 grammi, aumentando allo stesso tempo la quota proteica di circa 40-50 grammi
  2. Secondo giorno: consumare una quantità media di 200 grammi di carboidrati, con una normale quota proteica
  3. Terzo giorno: aumentare i carboidrati a circa 300 grammi, abbassando notevolmente le proteine
  4. Quarto giorno: ricominciare dal primo giorno, e così via

L’ideale sarebbe riuscire a fare in modo che i primi due giorni coincidano con i regimi di allenamento più intensi al fine di favorire l’uso del grasso come “carburante”, e far cadere il terzo giorno in concomitanza con una giornata di riposo o di allenamento leggero, per facilitare il ripristino del glicogeno nei muscoli.

Come vedete, nulla di folle o impossibile.
Giusto un po’ di piccoli sacrifici per arrivare a maggio e sfoggiare anche quest’anno il vostro jersey preferito.

Tutto chiaro, no?

Tutta l’attrezzatura per i tuoi allenamenti la trovi di Deporvillage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *