New Balance Fresh Foam Hierro V6

La marca statunitense New Balance, con più di 100 anni di vita alle spalle, in questo 2021 ha una novità importante per i runner di montagna. Si tratta di una delle scarpe da trail running più riuscite di New Balance, nonché quella di maggior successo tra gli appassionati di questo sport. Stiamo parlando delle Hierro, scarpe che hanno come punto forte la tecnologia Fresh Foam, rivisitata e migliorata in questa sesta versione. In cosa è migliorata? Ve lo spieghiamo.

Una nuova tomaia

Se qualcosa è migliorato in questa versione delle New Balance Fresh Foam Hierro V6 è l’estetica. E in particolare la tomaia che ha modificato il suo aspetto, diventando più convenzionale e assumendo un tocco vintage.

Se la confrontiamo con quella della versione precedente, la rete è più resistente e più rinforzata nei punti in cui i corridori di montagna ne hanno più bisogno. La struttura dalla punta al tacco è stata migliorata per offrire un migliore calzato che si adatta perfettamente alla forma dei piedi, anche grazie alla vestibilità tipo stivaletto che offre un grande sostegno. La scarpe diventa così più rigida, ma mai scomoda. Ci riferiamo infatti ad una rigidità strutturale: i rinforzi con filati in TPU della parte più esterna della rete, che non entrano in contatto con il piede, rendono la scarpa più resistente.

Come già sottolineato, si tratta di una rete con vestibilità tipo stivaletto, ben chiusa e a singolo strato e che fornisce un grande comfort e un’ottima ventilazione. Anche i fori nella tomaia della scarpa contribuiscono ad una maggiore ventilazione. Anche se meno numerosi di quelli presenti nel modello 5, i fori svolgono in maniera ottima la loro funzione di traspirazione, anche se non ostacolano eccessivamente l’ingresso di acqua che sarà quindi più difficile da eliminare.

La linguetta è attaccata alla rete con un paio di fili semi-elastici che evitano i tipici fori dei lacci attraverso i quali può entrare un sasso o della polvere, migliorando così il comfort.

Nel puntale troviamo il Toe Protect, un tipo di rinforzo termonastrato che impedisce la rottura della rete e ammortizza il piede dall’impatto contro rocce, pietre, radici o altri oggetti che potremmo colpire in montagna.

Infine, il tacco. La parte interna è molto ben imbottita, anche più del modello Hierro V5, e offre un alto livello di comfort, minimizzando il movimento del tallone ed evitando il fastidioso sfregamento dopo molti chilometri. La parte esterna invece ha un rinforzo rigido più alto ma non fastidioso, ed infine, la ciliegina sulla torta: un linguetta incorporata per indossare più facilmente la scarpa.

Il segreto è nell’intersuola

Se le New Balance Fresh Foam Hierro V6 si distinguono per qualcosa, si tratta dell’intersuola, soprattutto grazie alla costruzione in schiuma Fresh Foam. Creata nel 2014 come una nuova formulazione di una schiuma EVA, Fresh Foam ha fatto tanta strada dalle origini all’attualità. È stata oggetto di numerosi cambiamenti fino a raggiungere la Fresh Foam X, la schiuma degli ultimi modelli dell’azienda statunitense. Fresh Foam X si compone di un unico pezzo. Non ci sono né tagli, né rifilature. Nessun trucco e nessun inganno. Secondo il marchio stesso, c’è stato un grande salto di qualità in termini di sensibilità e reattività.

Se la confrontiamo nella composizione e nella geometria con la Fresh Foam convenzionale, ci sono alcune differenze che hanno permesso di ottenere una maggiore capacità di ammortizzazione e una migliore reattività. E tutto questo riducendo il peso della schiuma.

La caratteristica forma esagonale delle cellule di Fresh Foam ha ora una forma asimmetrica e irregolare, simile alla struttura della schiuma microscopica. È composta da aree concave e convesse che permettono una migliore compressione, aumentando così la sensazione di ammortizzazione.

Una scarpa a base larga, un po’ troppo per i nostri gusti, ma è grazie a questo che si ottiene una migliore stabilità e una distribuzione più uniforme delle forze quando si impatta contro il terreno. Inoltre, presenta un differenziale di 8 mm -32 mm nel tallone e 24 mm nell’avampiede, una caratteristica che non favorisce i runner minimalisti. Una fase intermedia di transizione più dinamica, agile e facile è il risultato della combinazione dei diversi fattori che compongono l’intersuola. Una scarpa con la quale non sarà difficile accumulare chilometri grazie al comfort, l’ammortizzazione, l’assorbimento degli urti e la reattività. Non è necessaria una grande tecnica per correre comodamente con queste scarpe perché la schiuma svolge la sua funzione in maniera eccellente.

Suola

Squadra che vince non si cambia! È esattamente questa la filosofia di New Balance per la costruzione della suola delle Hierro V6. Viene infatti riproposta la marca Vibram, per offrire la migliore presa e trazione, in qualsiasi condizione e su qualsiasi tipo di terreno. La suola Vibram Megagrip è sinonimo di buoni risultati.

La suola dispone di diversi tacchetti, grandi, con poco spazio tra loro, la maggior parte con forma esagonale. Hanno forme e dimensioni diverse perché nella parte anteriore sono più piccoli e diventano via via più ampi nella parta centrale e sul tacco. Sono proprio queste le zone di appoggio e di sospensione che ci aiutano a promuovere la trazione. Inoltre, presentano piccole rientranze che facilitano la trazione su zone rocciose o su elementi che potrebbero farci perdere il grip. Questa disposizione e il gran numero di tacchetti fanno sì che la superficie di contatto sia più estesa, riducendo così l’usura dei tacchetti stessi.

Il risultato è una suola piuttosto morbida ma molto durevole e resistente all’abrasione, con una sensazione molto simile alle scarpe da asfalto, con una superficie solida e stabile adatta a sentieri o strade larghe.

La base della suola non è completamente piatta, ancor meno se osserviamo la parte anteriore. Presenta una struttura a nido d’ape che la rende non uniforme e impedisce al fango di incastrarsi eccessivamente nella suola.

Sia l’avampiede che il tallone hanno tacchetti ruvidi, con un design a rilievo che offrirà più grip sulle rocce e sulle superfici leggermente umide. Al contrario, per non generare più attrito del necessario, i tacchetti della parte centrale sono lisci, più piccoli e con forme più irregolari.

Infine, la parte posteriore comprende una sorta di aletta che sporge dalla suola. Questo elemento permette di ottenere più aderenza e stabilità nelle discese grazie a una superficie di contatto più ampia, ma attenzione: se percorrete superfici piane e atterrate sui talloni, si consumerà più rapidamente. L’aletta ha però anche un’altra funzione: rendere il tacco più quadrato per un migliore supporto del tallone, evitando così le distorsioni della caviglia dovute a un brutto impatto contro il terreno.

Macinare chilometri

Quando le abbiamo pesate sulla bilancia siamo rimasti stupiti. I 313 grammi della taglia 9US ci hanno indotti a pensare che si trattasse di una scarpa pesante da muovere. Niente di più lontano dalla realtà. Una volta indossate e usate per qualche kilometro, questa sensazione di pesantezza scompare completamente. Si sentono leggere e reattive grazie all’intersuola Fresh Foam X. Si possono usare per fare lunghe corse, senza far soffrire eccessivamente i piedi.

Una scarpa ben ammortizzata in fase di appoggio, estremamente piacevole in fase intermedia e iper reattiva nella fase di sospensione. L’ammortizzazione su tutta la lunghezza e la larghezza delle New Balance Fresh Foam Hierro V6 è molto stabile e omogenea. A questo contribuiscono anche i tacchetti, abbastanza morbidi e con un’ottima capacità di ammortizzazione per assorbire gli appoggi più duri.

Anche la forma e il sostegno che offre la suola al piede contribuiscono a questa piacevole sensazione. Si tratta di una forma né troppo stretta né troppo larga, regolare in termini di misure: con piedi stretti, i lacci piatti e resistenti permetteranno di stringere le scarpe finché non calzano come un guanto.

Conclusioni

Para la Hierro V6, New Balance han mejorado los puntos débiles de una de las zapatillas de ultra trail más bien acabadas del mercado. Un look más actual, con una amortiguación que sobresale en calidad y en rendimiento, que van a provocar la satisfacción de muchos corredores que busquen un modelo para la larga distancia, poco técnicas y que prioricen la amortiguación y comodidad a la ligereza.

 Per chi?

Le New Balance Fresh Foam Hierro V6 sono scarpe per runner neutri, con un peso medio-alto (fino a 95 kg), che cercano una scarpa per l’allenamento di trail su lunghe distanze, con un livello medio o basso e ad un ritmo medio-lento.

A favor

Grip e trazione della suola

Ammortizzazione Fresh Foam

Resistenza

En contra

Leggermente pesanti

Scarsa traspirabilità

SCHEDA TECNICA

Marca: New Balance

Modello: Fresh Foam Hierro V6

Tomaia: Engineered Mesh

Intersuola: Fresh Foam

Suola: Vibram Megagrip

Drop: 8mm -32mm tacco e 24mm avampiede

Taglie disponibili: Da 36EU a 55EU

Peso: 313g (taglia 42,5 EU)

Colori disponibili: Blu/nero/marrone, rosso/grigio/marrone, blu/lilla/nero (donna) e marrone/oro (donna)

Più informazione qui

Riassunto
Nome dell'articolo
Test: New Balance Fresh Foam Hierro V6
Descrizione
New Balance Fresh Foam Hierro V6 La marca statunitense New Balance, con più di 100 anni di vita alle spalle, in questo 2021 ha una novità importante per i runner di montagna. Si tratta di una delle scarpe da trail running più riuscit …
Autore
DeporVillage
Nome dell'editore
DeporVillage
Logo dell'editore
Test: New Balance Fresh Foam Hierro V6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *