Test: Scarpe Hoka One One Speedgoat 4

Le Hoka One One Speedgoat 4 sono state progettate per godere dell’esperienza outdoor e per correre al massimo in montagna. Non importa com’è il terreno su cui si corre. Non importano nemmeno le condizioni meteorologiche. Perché lo Speedgoat 4 ti offriranno una buona dose di divertimento, in qualsiasi circostanza.

Com’è l’upper

Per questa nuova edizione della Speedgoat Hoka, la tomaia è stata migliorata rispetto alle versioni precedenti. L’upper della versione 4 è più resistente, più rigido, ma rispetta ancora gli standard di comfort caratteristici del marchio.

Come abbiamo già detto, si tratta di un mesh leggermente più spesso, con guarnizioni termiche multiple sui lati e sul puntale.

Il puntale ha un grande rinforzo che copre entrambi i lati e la zona superiore delle dita dei piedi, per evitare di colpire una pietra o un ramo e farci male. C’è anche un piccolo puntale in gomma per i colpi più frontali.

Sui lati c’è anche un gran numero di elementi termosaldati che vanno dagli occhielli alla giunzione con l’intersuola e che aiutano a migliorare la protezione e il supporto del nostro piede. 

I lacci sono piatti e larghi, aspetti che assicurano una buona resistenza, legati alla scarpa con 6 occhielli più un settimo in alto per un nodo di tensione. Questi lacci non si notano internamente grazie alla linguetta che, anche se non troppo ingombrante, eviterà punti di pressione eccessivi.

Infine, la zona del tallone ha una struttura più rigida che evita ogni possibile torsione o lesione alla caviglia, ed è proprio in questa zona che troviamo il classico logo a forma di ali di gabbiano della ditta francese, in questa versione riflettente.

Intersuola, molto importante

L’intersuola delle Hoka One One Speedgoat 4 incorpora la nuova schiuma prodotta dalla società francese e utilizzata per la prima volta in questo modello. Una schiuma più leggera di quella utilizzata in precedenza che aumenta la sensazione di ammortizzazione e aiuta a raggiungere un maggiore comfort durante la corsa. Inoltre, gli ingegneri di Hoka One One hanno incluso nella zona alcuni strati stampati in 3D per migliorare la durabilità, l’ammortizzazione e per offrire una sensazione di ritorno di energia maggiore.

In breve, le Hoka One One Speedgoat 4 ci offrono un’ammortizzazione con una grande base, ampia e morbida ma ci forniscono anche una grande sensazione di stabilità. Grazie alla loro ampiezza infatti, il nostro piede avrà un buon supporto verticale e un buon supporto laterale per percorsi con molti elementi esterni.

La suola

Le nuove Hoka One One Speedgoat 4 presentano la suola Megagrip del prestigioso marchio Vibram.

Sono caratterizzate da una tassellatura bidirezionale su entrambi i lati della scarpa che offre le migliori soluzioni per qualsiasi tipo di terreno. Nella parte anteriore i tasselli puntano verso avanti, un aspetto che migliora la trazione nella fase di sospensione del ciclo del passo. Nella parte posteriore invece, sono rivolti all’indietro per migliorare la presa nella fase d’appoggio, ad eccezione di un tassello che rimane libero nella zona del tallone e che punta verso avanti. Inoltre, in questa zona i tasselli variano e formano una superficie con più contatto con il terreno per non sbandare se cadiamo con il tallone.

I tasselli, sia centrali che laterali, hanno tre strati che possiamo osservare guardandoli di lato. Tasselli profondi di 4-5 mm e ben distanziati impediranno al fango di attaccarsi. Inoltre, c’è uno spazio nel mesopiede e nella zona centrale posteriore dove la schiuma EVA dell’intersuola rimane esposta.

Infine, da sottolineare la presenza in questa suola di 2 mescole diverse. Il perimetro presenta una mescola di colore nero, più morbida, mentre la zona centrale dell’avampiede è di colore grigiastro ed è anche un po’ più dura.

Test

Appena indossiamo le Hoka One One Speedgoat 4 possiamo apprezzare le differenze rispetto alla versione precedente. Ed è nella parte superiore che l’azienda francese si è concentrata per apportare i miglioramenti. La tomaia è ora leggermente più stretta e quindi fornisce una migliore vestibilità al piede. D’altra parte, però, lo spazio per le dita è aumentato e ora permette una certa libertà di movimento. Questo aspetto ci ha dato una sensazione migliore dopo le sessioni di allenamento, soprattutto negli allenamenti di maratona di diverse ore in montagna.

Hanno anche guadagnato in rigidità, un aspetto che favorisce i corridori più pesanti perché saranno in grado di sopportare più efficacemente le forze laterali e verticali che si producono nella falcata.

L’intersuola in EVA non delude. Con essa si ottiene una buona dose di ammortizzazione, reattività e dinamismo tipici dell’azienda francese Hoka One One. Nonostante un drop di soli 4mm, l’altezza elevata, 28mm e 32mm, rispettivamente nella parte anteriore e posteriore, offre le qualità di un “cuscinetto” sotto i piedi, aiutandoti a sostenere un ritmo allegro, senza far soffrire le articolazioni. E quando vai veloce, il ciclo della falcata è estremamente dinamico con una transizione davvero fluida. Sotto questi aspetti, l’azienda francese ha fatto davvero un ottimo lavoro.

Passiamo alla suola Vibram Megagrip. Testata sia su strade senza complicazioni tecniche sia su sentieri più esigenti, il grip, la trazione e la sicurezza che ci ha trasmesso è completa. Su terreni sconnessi, la suola Vibram delle Speedgoat 4 si comporta bene, ma è nei tratti più facili dove trasmette tutto il suo potenziale per correre in sicurezza a qualsiasi ritmo. Su trail e sentieri tecnici dovremo prestare un po’ più attenzione, poiché potrebbero giocarci un brutto scherzo se abbiamo le gambe stanche dopo aver percorso vari kilometri.

Conclusioni

Come la maggior parte delle scarpe da montagna di Hoka One One, la quarta edizione della Speedgoat 4 è una scarpa molto adatta a tutti i tipi di terreno. Da sentieri e percorsi veloci dove è necessaria una buona ammortizzazione, fino a terreni dove è necessario un buon grip per evitare di scivolare a sentieri tecnici, con rocce e qualsiasi elemento che potremmo trovare (anche a un ritmo più lento). E tutto questo grazie alla suola Vibram e alla mescola Megagrip che impediscono di scivolare anche in condizioni di bagnato o umido.

In breve, è una scarpa molto versatile che mantiene una buona vestibilità e sostegno al nostro piede, una dose più che corretta di ammortizzazione e reattività e un buon comportamento della suola qualunque sia il terreno su cui stiamo correndo.

Per chi?

La Hoka One One Speedgoat 4 è una scarpa per i corridori di montagna che vogliono divertirsi a correre in montagna per diverse ore e non sentire dolore alle gambe alla fine della corsa. Questa quarta versione ha aperto il target a trailrunner un po’ più pesanti in quanto hanno una struttura leggermente più ampia e una tomaia più rigida che aiuta a contenere le forze quando si corre su terreni tecnici.

Possiamo dire che le Speedgoat 4 possono essere utilizzate da corridori che pesano più di 75 kg e che sono alla ricerca di molta ammortizzazione ma allo stesso tempo vogliono una buona vestibilità del piede. Adatte a corridori con passo neutro per ritmi superiori a 4:30’/km.

Pro

Vestibilità

Sostegno       

Suola

Contro

Peso

Dimensioni

Scheda tecnica

Marca:

Hoka One One

Modello:

Speedgoat 4

Sistema di regolazione:

Lacci

Tomaia:

Mesh traspirante e termosaldato

Intersuola:

EVA tradizionale

Suola:

Vibram Megagrip

Drop:

4mm -28mm puntale e 32mm tacco

Taglie disponibili:

Da 37 a 47,5

Peso:

312g (taglia 43)

Colori disponibili:

Giallo e blu scuro; Rosso e blu; Blu; Blu scuro e arancione; Blu e giallo; Lilla e rosa.

Maggiori informazioni qui

Riassunto
Nome dell'articolo
Test: Scarpe Hoka One One Speedgoat 4
Descrizione
Test: Scarpe Hoka One One Speedgoat 4 Le Hoka One One Speedgoat 4 sono state progettate per godere dell'esperienza outdoor e per correre al massimo in montagna. Non importa com’è il terreno su cui si corre. Non importano nemmeno le c …
Autore
DeporVillage
Nome dell'editore
DeporVillage
Logo dell'editore
Test: Scarpe Hoka One One Speedgoat 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *