Stimolatore muscolare Theragun PRO

Lo stimolatore Theragun di questo test è uno degli strumenti più efficaci che gli atleti professionisti e dilettanti possono avere per prendersi cura dei propri muscoli, attraverso la terapia a percussione. Consiste nel sottoporre la muscolatura una sequenza di micro-impatti a frequenze specifiche che aiutano a eliminare la tensione muscolare generata dall’attività o dall’uso eccessivo dei muscoli, favorendo il recupero o la riduzione e il trattamento dei fastidi. Dispositivi come il Theragun hanno un motore che muove il braccio che applica questi impulsi stimolanti e rigeneranti per i nostri muscoli. 

Abbiamo avuto l’opportunità di utilizzare per alcune settimane la versione PRO, il top della gamma di questa azienda statunitense, fondata dal dottor Jarson Werlsland. Ti raccontiamo la nostra esperienza e ti diamo la nostra opinione.

Theragun Pro, il massimo

La nostra unità di prova è la versione Pro di questo famoso stimolatore. Ciò significa che tra tutti gli stimolatori Theragun del catalogo, questo è quello con le prestazioni più elevate. L’aspetto più rilevante è che il Pro ha un’autonomia della batteria che è la più lunga della gamma, con una batteria al litio (due incluse nell’acquisto) da 150 minuti ciascuna. Come elemento esclusivo, questa versione Pro ha anche un martello rotante, per poter applicare il trattamento in modo più comodo, da diversi angoli di attacco per raggiungere meglio diverse aree del nostro corpo come il polpaccio, la zona lombare o le spalle. Infine, solo questa versione top di gamma ha il motore più potente e applica la più alta velocità di percussione: il motore QX150 rispetto al QX65 utilizzato, per esempio, dal Theragun Elite, quello immediatamente inferiore.

theragun

Qualità impeccabile

Lo standard del prodotto in termini di finitura e qualità è eccezionale. Si tratta di un dispositivo di alta qualità e, avendolo testato, possiamo dire che non delude. La gomma e la plastica che compongono la struttura di quella che possiamo chiamare pistola sono di alta qualità. La struttura è compatta e le giunture sono impeccabili. Il braccio girevole è anche fisso, e i suoi movimenti sono precisi. La resistenza della struttura e la qualità della costruzione fanno sì che il Theragun possa resistere meglio agli spostamenti, alle trasferte e a tutti i tipi di utilizzo. Non dimentichiamo che molti atleti portano con sé questi dispositivi nelle gare o nei luoghi di allenamento, per esempio. Allo stesso modo, il pulsante centrale di accensione e spegnimento e quello circolare che lo circonda, per mezzo del quale si cambia la modalità o la velocità dei programmi di percussione, sono di buona fattura.

Va notato che il pack del Theragun PRO include un certo numero di teste diverse per il braccio di percussione, così potremo variare la profondità e il tipo di contatto a seconda della zona muscolare che ha bisogno di essere trattata. Anche una delle punte è in schiuma, per massaggi o trattamenti che richiedono una percussione molto dolce.

Tutti gli strumenti vengono in una pratica custodia rigida che ci aiuterà a conservare meglio tutto il materiale.

Connettività con l’App

Theragun ha un’applicazione che puoi scaricare sul tuo cellulare non solo per controllare il dispositivo, ma anche per suggerire diverse routine e sequenze nelle tue terapie, secondo le tue esigenze e abitudini sportive (il dispositivo può memorizzare fino a 3 diverse routine). Per ottenere le informazioni migliori, l’app Theragun può essere sincronizzata con Apple Health o Google Fit. Questa è una funzionalità che potrebbe non essere rivolta agli atleti di alto livello, poiché in questi casi le esigenze sono così specifiche che soluzioni più generali non possono coprirle. Tuttavia, crediamo che sia un’ottima opzione per l’uso da parte della maggior parte del pubblico sportivo, poiché l’App e i suoi suggerimenti offrono una proposta utile e altamente personalizzata.

theragun

Come funziona

La nostra esperienza con il Theragun PRO si è basata su diverse sessioni, sempre post-allenamento. Abbiamo applicato il dispositivo principalmente sui muscoli delle gambe, dato che le nostre attività erano il ciclismo, come i quadricipiti, i muscoli del polpaccio e gli ischiocrurali. Ma a volte abbiamo anche applicato le percussioni a zone della schiena, soprattutto ai muscoli trapezi, che dopo lunghe sessioni di ciclismo erano tesi.

Delle 5 velocità di percussione che il dispositivo permette (1750, 1900, 2100, 2000 e 2400 percussioni al minuto), durante le prime sessioni abbiamo usato solo le due velocità più basse (1750 e 1900). A meno che non siate abituati a questo tipo di terapia, le velocità più alte potrebbero essere scomode all’inizio. Tuttavia, è curioso osservare quanto velocemente i muscoli si adattano alle percussioni e dopo diverse sessioni è possibile aumentare le velocità, che, d’altra parte, ottengono un effetto più potente.

Ma non è solo nelle velocità che abbiamo adattato l’uso del Theragun, ma anche nel tipo di testa utilizzata. La verità è che a seconda del muscolo o dell’area che vogliamo trattare, dovremmo usare un tipo o un altro. Secondo la nostra esperienza, quando si tratta un muscolo debole in una zona con poca massa muscolare, si dovrebbe usare una testa più rotonda e più morbida, così come nelle zone vicine o con una superficie ossea. In questo modo, eviteremo di generare dolore e/o di sovrastimolare un muscolo che potrebbe non essere preparato alla forza della percussione. 

D’altra parte, quando si trattano muscoli più forti come il quadricipite o il gluteo, per esempio, possiamo usare teste più affilate e velocità più elevate. Un consiglio: fare la sessione qualche tempo dopo l’allenamento se è stato particolarmente intenso, e modulare la sessione di batteria a una velocità più lenta se ci si è allenati molto duramente. Succede come nelle sessioni di massaggio convenzionale. Allo stesso modo, non fare una sessione di batteria molto intensa prima di un duro allenamento o di una gara.

La sensazione delle sedute di Theragun è davvero piacevole. Si nota come fa fluire il sangue nel muscolo e come il muscolo ha meno tensione. Il muscolo si riscalda e diventa un po’ più sciolto, riducendo qualsiasi tensione o sovraccarico che avevi prima.

Solo il rumore, anche se è pubblicizzato come un dispositivo silenzioso, lo consideriamo un piccolo svantaggio. All’interno e a bassa velocità, il Theragun genera circa 60 decibel, un livello sonoro che si percepisce come leggermente rumoroso nel soggiorno.

Giudizio finale

Il funzionamento è impeccabile, ci piacciono le numerose funzioni che offre in termini di numero di teste, velocità di utilizzo, la possibilità di ruotare il braccio di riscontro e la connettività con l’app e i suggerimenti di programma. Un prodotto premium per atleti esigenti.

theragun

Pro

Effetto massaggio altamente efficace e modulabile

Numero di opzioni di velocità, tipo di massaggio e routine

Ergonomia della pistola e del martello rotante

Qualità della finitura

Contro

Ci piacerebbe se fosse più silenzioso.

Scheda tecnica

Marca

Theragun

Modello

Pro

Descrizione

Pistola a percussione e per messaggio di alto livello. Finiture premium e un potente motore QX150 che applica fino a 40 impatti al secondo sul muscolo con una forza fino a 27 kg.

Martello rotante, batterie al litio. 

Include

Set di 5 teste diverse in una custodia, due batterie al litio, ciascuna con 150′ di autonomia, caricatore, trasformatori, valigetta per il trasporto. 

Dimensioni

255mm x 180mm x 76mm

Peso

1,3 kg

Prezzo

533,95€

Maggiori informazioni qui

Riassunto
Nome dell'articolo
Test: Stimolatore muscolare Theragun PRO
Descrizione
Stimolatore muscolare Theragun PRO Lo stimolatore Theragun di questo test è uno degli strumenti più efficaci che gli atleti professionisti e dilettanti possono avere per prendersi cura dei propri muscoli, attraverso la terapia a percu …
Autore
DeporVillage
Nome dell'editore
DeporVillage
Logo dell'editore
Test: Stimolatore muscolare Theragun PRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.